Bando ISI: cos’è e come funziona

ll bando ISI INAIL, sono contributivi, incentivi che l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro eroga alle imprese iscritte alla Camera di Commercio attraverso lo strumento di Bando.

Quest’anno l’INAIL ha provveduto a rinnovare l’impegno, mettendo a disposizione delle imprese interessate, un budget pari a € 249.406.358 di contributi sotto forma di finanziamenti a fondo perduto per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

In particolare, il bando ISI prevede una novità importante, uno specifico finanziamento dedicato ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le risorse sono quindi assegnate alle imprese fino ad esaurimento del budget regionale, in ordine cronologico, per questo è importante inviare la domanda il prima possibile.

Una volta inviata la richiesta, l’INAIL provvede alla verifica tecnico amministrativa della domanda e la conseguente realizzazione del progetto.

Inoltre i contributi INAIL sono cumulabili con altre forme di aiuto e sostegno alle imprese come ad esempio il Fondo di Garanzia PMI e ISMEA.

I progetti ammissibili sono contenuti in 5 tipologie:

  1. progetti di investimento per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  2. progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi
  3. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  4. progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori del legno e della ceramica
  5. progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

 

  • Per le prime 3 (1.2.3.)tipologie di progetto è previsto sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 130.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a € 5.000,00.

Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di finanziamento.

 

  • Per le tipologie di progetto al punto 4 sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.
    Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA.
    Il finanziamento massimo erogabile è pari a € 50.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a € 2.000,00.
  • Per le tipologie di progetto al punto 5 sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del: 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole); 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).
    Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a € 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a € 1.000,00.

Va ricordato a tale proposito, che il contributo è concesso sulla base della normativa de minimis, pertanto, le imprese devono rispettare i limiti massimi di contributi pubblici ottenibili in base al settore di riferimento che sono:

  • 15.000 euro per il settore agricoltura;
  • 30.000 euro per il settore pesca e acquacoltura;
  • 100.000 euro per il settore del trasporto su strada;
  • 200.000 euro per tutti gli altri settori.

Destinatari

Tutte le Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura, non essendo in stato di liquidazione volontaria, né sottoposte al alcuna procedura concorsuale, ed in regola con gli obblighi contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

Al momento della domanda, l’impresa richiedente deve soddisfare, di non aver ottenuto contributo per uno degli Avvisi pubblici INAIL 2014, 2015, 2016 per gli incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre, di non aver ottenuto provvedimento di ammissione al finanziamento per il Bando FIPIT 2014.

Come partecipare ed inviare la domanda Bando ISI:

Dal 19 aprile 2018 al 31 maggio 2018 è possibile presentare la domanda solo per via telematica al Bando ISI INAIL, sul portale INAIL; il progetto incentivo che mette a disposizione delle imprese i finanziamenti a fondo perduto per coloro che intendono eseguire progetti di bonifica dell’amianto ma anche volti a migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori.

La procedura per accedere al finanziamento si articola in tre fasi:

  1. compilazione della domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail dal 19 aprile 2018 al 31 maggio 2018
  2. inoltro della domanda online nei giorni e orari di apertura dello sportello informatico, click day, che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dal 7 giugno 2018
  3. conferma della domanda online.